Crea sito

Cultgallery: Michael Jackson

Michael Jackson Smooth Criminal Moonwalker cult 45 degrees lean www.cultstories.altervista.org

La ’45° Degree Lean’, esibita nel video di ‘Smooth Criminal’.

Nel 1988 esce ‘Moonwalker’, un lungometraggio che ripercorre la sua carriera fin dagli esordi. Oltre che per gli innovativi, ai tempi, effetti speciali, la pellicola viene ricordata anche per il video di Smooth Criminal, la cui ambientazione da gangster anni trenta è divenuta un cult ,e per gli ‘stivaletti antigravità’, brevettati dall’artista, che gli permisero di creare un nuovo passo di danza, la ‘45° Degree Lean‘ (inclinazione di 45°).

Michael Jackson, white glove pop music king idol cult cult stories musica musique MJ Jacko

Michael Jackson ed il suo immancabile guanto bianco.

Nel 1989, durante i Soul Train Music Awards, Elizabeth Taylor ed Eddie Murphy lo incoronano ‘ re del pop ‘, titolo che fa di Michael Jackson una leggenda vivente della musica. Nel 1993 una nuova minaccia si insinua nella vita del cantante, Evan Chandler, un ex dentista di Beverly Hills, lo accusa di molestie nei confronti del figlio minorenne Jordan. Qualche tempo dopo la scomparsa dell’artista, lo stesso Jordan dichiarerà di esser stato costretto dal padre a mentire per denaro. Nello stesso periodo MJ ammette una forte dipendenza da antidolorifici, sviluppata in seguito all’ustione al capo, e si ritira in una clinica per disintossicarsi. La repentina fuga non fa che alimentare le illazioni dei media riguardo le accuse di pedofilia.

michael jackson come together cult king of pop music live concert moonwalker cult stories

Michael Jackson in Moonwalker, il film.

La carriera musicale dell’artista procede a gonfie vele, ma è la sua vita privata a destare maggior interesse. Nel 1994, Jackson sposa Lisa Marie Presley, unica figlia di Elvis Presley, i media criticano pesantemente le nozze, ritenute un sotterfugio per distogliere l’attenzione dalle accuse di pedofilia. La coppia divorzia due anni più tardi. Sempre nel 1996, MJ convola a seconde nozze con la sua ex-infermiera Deborah Jeanne Rowe, il matrimonio termina nel 1999. Ai Brit Awards di quell’anno si presenta vestito di bianco con movenze da Gesù Cristo per interpretare Earth Song, un brano sul difficile rapporto tra uomo e ambiente, ma viene interrotto da Jarvis Cocker e Peter Mansell dei Pulp, che non vedono di buon occhio la sua performance simil-religiosa.

Michael Jackson Jarvis-Cocker Earth song Brit Awards 1996 www.cultstories.altervista.org

Nel 1996 Jarvis Cocker sale sul palco dei Brit Awards durante la performance di Michael Jackson e mostra il suo lato b al pubblico.

Nel 2000 il principe Alberto II di Monaco lo incorona Best selling pop male artist of the millennium (l’artista maschile pop che ha registrato più vendite in tutto il millennio).

Michael Jackson shows little Prince 'Blanket' window balcony danger video media Germany cultstories.altervista.org

Nel 2002 i media di tutto il mondo fanno circolare un video in cui Michael espone il figlio Prince Michael “Blanket di appena nove mesi fuori dal balcone di un hotel berlinese per mostrarlo ai fans, accusandolo di averne messo in pericolo la vita. Dell’accaduto si interessò subito l’avvocatessa e conduttrice di talk show Gloria Allred, la quale scrisse una lettera ai servizi per l’infanzia in California pregandoli di verificare l’incolumità dei tre figli del cantante. MJ si scuserà poco dopo riconoscendo di aver sbagliato, ma dichiarando anche che le immagini messe in circolazione erano, secondo lui, volutamente state rallentate per far sembrare il pericolo più grave di quel che fosse realmente. Nel 2003 il giornalista britannico Martin Bashir pubblica il suo documentario Living with Michael Jackson, un reportage sulla vita pubblica e privata del Re del Pop costato 8 mesi di riprese. Dal filmato vengono estrapolate alcune scene e dichiarazioni private che costano all’artista un nuovo processo per pedofilia, in particolare quelle in cui egli stesso ammette di aver condiviso ‘la stanza da letto, ma non il letto‘ con il tredicenne Gavin Arvizo, malato di cancro. Nel processo che segue Michael Jackson presenta un secondo filmato, girato dai suoi assistenti personali, che mostra per intero il servizio girato da Bashir e mette in luce la sua malafede nell’aver creato un montaggio che puntava allo scandalo.

Michael Jackson live tour concert cult pop music cultstories.altervista.org

Durante il processo emerge anche l’intenzione da parte della famiglia Arvizo di ottenere più denaro possibile dalla vicenda, come già aveva tentato di fare la famiglia Chandler; ma soprattutto si scopre che il vero artefice delle false accuse è l’avvocato Feldman, presente in entrambi i processi. Finalmente, nel 2005, Michael viene prosciolto da tutti i capi d’accusa e riconosciuto innocente. Nonostante il buon esito, le vicende processuali di Michael Jackson hanno ormai fatto il giro del mondo, amplificate dai media; nel 2006 un uomo accusa l’artista di averlo drogato, violentato e costretto ad una chirurgia plastica, il caso è così palesemente artefatto che viene chiuso in tempi record.

Michael Jackson by Annie Leibovitz pop music photography cult cultstories.altervista.org

Michael Jackson fotografato da Annie Leibovitz per Vanity Fair (1989).

Sempre nel 2006 riceve il Diamond Award (Premio di Diamante), destinato agli artisti che superano il traguardo delle 100 milioni di copie vendute, e gli vengono attribuiti ben sette record mondiali da un giudice del Guinness dei primati. Nel 2008, 4.177 persone gli rendono omaggio in 72 città di 10 Paesi del mondo, indossando guanti bianchi, truccandosi da zombie ed esibendosi nel ballo del video di Thriller. Nel 2009, dopo aver smentito diverse voci riguardo a gravi problemi di salute, Michael Jackson muore in seguito ad un malore. La notizia fa il giro del mondo e blocca le più grandi piattaforme social ed i motori di ricerca. L’autopsia stabilisce quale causa del decesso un’eccessiva somministrazione di Propofol, un anestetico, ma le discordanze tra quanto rivelano le indagini e quanto raccontato dal medico del cantante, il dott.Murray, fa gridare i fans al complotto. Molti, troppi, sarebbero secondo loro gli interessi in gioco.

Con Michael Jackson se ne va uno degli artisti più completi e controversi della storia del pop; cantautore, compositore, ballerino, coreografo ed attore. Idolo di più di una generazione, ha rivoluzionato, il mondo della musica e dello star system portandolo, nel bene e nel male, a livelli mai raggiunti prima.

Michael Jackson & Mr.T cult photo pop music tv series cultstories.altervista.org

Un giovane Michael Jackson scherza con Mr.T, il Baracus dell’A Team.