(tratto da: Jaco Pastorius, il più grande bassista del mondo)