Crea sito

Cultgallery: il murale dei Giochi Olimpici 2016

Siamo in Brasile, nell’area portuale di Rio de Janeiro. Un coloratissimo murale di ben 3000 metri quadri fa bella mostra di sé e ricorda ai passanti l’importanza di sentirsi tutti parte di un unico pianeta: è questo il messaggio che il suo autore, Eduardo Kobra, vuole diffondere in occasione dell’edizione brasiliana dei Giochi Olimpici 2016. L’opera infatti, dal titolo “Todos somos uno “, gli è stata commissionata dallo stesso Comitato Organizzatore dei Giochi Olimpici ed è stata inaugurata il 5 agosto, in concomitanza con l’apertura del prestigioso evento.

eduardo-kobra-rio-olympics-cult-stories

Lo street artist brasiliano Eduardo Kobra.

Originario di San Paolo, lo street artist si è contraddistinto per le sue opere a supporto della causa ambientale. Il murale carioca è composto di cinque volti indigeni (uno per ogni cerchio olimpico), ognuno dei quali rappresenta un continente: vi è un Huli della Papua Nuova Guinea per l’Oceania; un Mursi etiope per l’Africa; un Karen thailandese per l’Asia; un Chukchi della Siberia per l’Europa e un Tapajo dell’Amazzonia brasiliana per le Americhe.

eduardo-kobra-rio-olympics-cult-stories-brazil

Una panoramica del gigantesco murale celebrativo delle Olimpiadi 2016.

eduardo-kobra-mural-rio-olympics-cult-stories

eduardo-kobra-rio-olympics-brazil-cult-stories

eduardo-kobra-rio-olympics-mural-brazil-cult-stories